Come comportarsi quando lei ti lascia

Quando una ragazza ti lascia ci sono sempre dei motivi. Le relazioni non sempre funzionano.

Anche passando attraverso ostacoli è possibile costruire rapporti duraturi che poi si spengono nel tempo per motivi diversi.

Per cui quando ti lascia, anziché chiederti se tornerà, chiediti se era giusto che la relazione continuasse.

Quando finiscono i rapporti su cui si è investito tempo e sentimenti, si rimane con una nota di amaro in bocca e tristezza che sono difficili da sopportare anche per chi è abituato a gestire i rapporti umani. L’aspetto importante è che ciò non riguarda solo le donne, ma anche gli uomini.

Quando la relazione finisce sembra che il mondo si fermi.

A meno di non aver vissuto un incubo e quindi provare un senso di liberazione, si rimane sconsolati per parecchio tempo.

Le donne tuttavia riescono a superare meglio questi problemi, perché probabilmente amano parlare tra di loro di sentimenti e storie d’amore.

Sono aperte tra amiche, hanno l’occasione per discuterne a lavoro, all’università, in casa, fuori per un aperitivo.

Non che trattino la cosa superficialmente, tutt’altro, è che sono inclini a parlarne. Gli uomini al contrario sono molto refrattari: difficile trovar supporto da amici, manca totalmente l’empatia in grado di risollevare lo spirito, per cui diventa quasi impossibile parlarne con qualcuno.

Gli uomini spesso preferiscono non parlarne del tutto, starsene in disparte, vorrebbero pure parlarne se ne avessero il bisogno, ma quasi subito realizzano che

  • C’è come una barriera che impedisce loro di parlare di storie così intime.
  • Hanno amici che ci sono passati e non si erano rivolti a loro per ottenere conforto.

Se lei ti lascia… è meglio non farsi sentire?

Come comportarsi dunque quando lei ti lascia? Se ti lascia lei è meglio non farsi sentire o invece insistere?

Avere a che fare con le rotture, inaspettate, non è facile. Le donne poi sono molto più risolute degli uomini quando si tratta di rompere. Se lo fanno è perché hanno sostanzialmente calcolato tutti i pro e i contro e dato ampio spazio ai compromessi, dato occasioni e messo alla prova il partner.

Quando la donna lascia è perché realisticamente non vede alcun vantaggio per sé (anche in relazione all’eventuale famiglia, quando si hanno figli).

Perché una donna lascia un uomo?

Non esiste francamente una risposta univoca valida per tutti. La psicologia di una donna che lascia verte molto sul quotidiano.

A volte i motivi sono così chiari che non essersene accorti costituisce proprio il primo motivo per la rottura.

Un uomo che non rimedia ai suoi errori o non fa nulla per lavorare sulla relazione e il rapporto viene prima o poi scaricato.

Ammettendo che ciò succede in condizioni normali e non a causa di un tradimento, la relazione tende a sfilacciarsi per motivi che pian piano si stratificano nel tempo.

Lei non si sente apprezzata

Uno dei principali motivi per cui una donna lascia un uomo è quello di non sentirsi sufficientemente apprezzata. Il motivo per cui una donna tradisce, in condizioni normali, non è quello per cui vuole avere più relazioni sessuali o essere infedele a tutti i costi, provare nuove emozioni.

Lei non si sente “coinvolta”

Quello che una donna cerca è sentimento e coinvolgimento.

C’è un livello di indipendenza che sfuma da tanto a poco, ma una donna in generale vuole sentirsi valutata e apprezzata dal suo compagno.

Per questo le donne insistono tanto nell’avere coinvolgimento emotivo e sono delle incredibili motivatrici, quando si tratta di stare al fianco del loro uomo.

La maggior parte degli uomini politici di successo devono parte della loro carriera alla presenza di donne forti e stabili a fianco a loro, che li hanno spronati durante i momenti difficili. Il proverbio secondo cui dietro ogni grande uomo, c’è una grande donna, benché scontato è forte di una saggezza popolare che non andrebbe screditata.

Questo per dire, in sostanza, che una donna normale, indipendente, ma desiderosa di affetto come tutti gli esseri umani, vuole “contare”, “essere presente”, “parlarne”, “discuterne”.

Sono espressioni tipiche delle donne che fanno leva proprio su questo desiderio di essere coinvolte. Quando non si sentono coinvolte, emotivamente e nella pratica, finiscono che perdono interesse.

Il motivo del tradimento, in condizioni normali, è proprio questo: l’uomo nuovo che arriva nella sua vita suscita il suo interesse perché la coinvolge.

Spesso gli uomini falliscono nel concretizzare la promessa di vivere una vita sentimentale fatta di semplici attenzioni.

Lei si annoia

La vita di coppia, essendo contraddistinta da quello che lei percepisce come scarso coinvolgimento, diventa noiosa.

Non ci sono mai novità, è il solito tran-tran quotidiano, lei apprezza il tempo in cui non sta con te perché è “diverso”.

“Diverso” nel linguaggio femminile significa “mi sto divertendo”, “mi piace passare il tempo con altre persone, anziché con te”, “mi sento coinvolta”.

Tu non hai prospettive

Alle ragazze piacciono gli uomini con una prospettiva, con degli obiettivi, che hanno qualcosa da offrire in termini di stabilità e di crescita insieme.

Puoi pensarla anche diversamente, ma è così. Per questo alle ragazze piacciono i ragazzi con uno scopo, o quelli che lo scopo lo hanno già raggiunto.

Basi la relazione solo dal tuo punto di vista

Non sei emotivamente maturo per stare in coppia. Anche se non te ne accorgi, agisci solo sulla base del tuo interesse.

Sei troppo compiacente e dai tutto per scontato, compresa lei

Quando dai troppo per scontato e non ti impegni nel mantenere viva la relazione, nel crescere a livello personale, nel mostrare che hai ambizioni, voglia di fare, di emergere, di avere uno scopo lei può lasciarti.

E lo fa perché prima o poi questo dare per scontato si riflette anche nella vita sessuale e intima.

Non le piace più fare sesso con te

La cruda verità… ti lascia perché non si sente più coinvolta a livello sessuale, non ti trova più interessante e attraente e non è mai solo una questione fisica.

Manca la complicità e soprattutto manca l’intesa. Dal momento che non gli manchi fisicamente, è più facile lasciarti. E lo fa perché comunque il distacco prima di tutto è emotivo, la scarsa intesa sessuale può essere però un acceleratore.

Le piace un altro e non vuole essere giudicata male

Ha incontrato qualcuno che non la dà per scontata, con la quale sente di avere un’intesa anche fisica, del trasporto emotivo e che non si annoia.

Capita… ma pensa di avere dei principi e quindi ti lascia per un altro.

Quando una ragazza ti lascia senza motivo, all’improvviso e sparisce

Se si è giovani questa situazione nella quale lei ti lascia senza un apparente motivo, così all’improvviso e sparisce, è molto più frequente.

Sparire in questo caso significa:

  • non rispondere ai messaggi
  • non mandare messaggi
  • non rispondere alle chiamate
  • smettere di fare percorsi abituali
  • bloccare sui social media

Il motivo per cui lo fa è che la decisione di lasciarti è già stata presa e quella del silenzio radio è solo una tecnica per fartelo capire.

Anche se tu pensi che lo stia facendo per farti soffrire.

Se una ragazza ti lascia torna?

Può capitare che una ragazza voglia tornare insieme dopo averti lasciato. Ma in genere le donne soppesano molto i pro e i contro di una rottura, e soppesano tutto. Per cui se ti lascia può anche tornare, ma se non lo fa dopo poco tempo, forse è meglio guardare altrove.

La donna è in una condizione più difficile quando deve lasciare. In primo luogo per le conseguenze dirette che può subire. Anche se oggi in tanti sembrano dimenticarlo, il dimorfismo a favore del maschio, in natura, ha un peso enorme.

A un ragazzo sembra facile, perché pensa con il cervello da uomo. Pensa che una donna potrà sembrare trovare un ragazzo, e che ci vuole a sedurlo? Ma in realtà un conto è un’avventura di natura sessuale, un conto è prendersi delle responsabilità e mantenere un impegno.

Questo per dire che una donna ci pensa bene prima di rompere un rapporto, deve avere delle condizioni di svantaggio tali da non consentire di andare avanti.

Più si è giovani, più si prendono decisioni a cuor leggero. Da adulti è un po’ complicato.

Cosa fare dunque quando si viene lasciati?

Bene, bisogna pure continuare a vivere, a studiare, mangiare, andare a lavoro, frequentare gli amici. Capita anche di dover a che fare con lei. Rivedersi provoca sempre scompensi e aumenta la tristezza.

La cosa migliore da fare, in questi casi, è parlare con un amico, una cena per vedere una partita di calcio o svolgere qualche attività all’aperto.

Ritrovare il buon umore e lasciar passare almeno 7-8 settimane senza vederla. Pian piano il bisogno di rivederla si allenta, lasciando il passo a una fase di razionalizzazione che aiuta a rivedere le proprie priorità. Lasciando così il tempo di riflettere.

Puoi fare molto per evitare la rottura, cercando di capire i segnali premonitori della noia, della perdita dell’interesse e della passione (se passa più tempo con altri che con te, vuol dire che proprio non le piace trascorrere il tempo con te).

  • Cerca di lavorare sul suo umore, non sul suo cervello. Non le cambi il carattere a comando, ma puoi farle passare delle ore liete.
  • Cerca di essere spiritoso. Non essere triste, con il broncio o perennemente incazzato.
  • Stimola le sue emozioni proponendo nuove cose o nuovi interessi, coinvolgila nelle cose che ti piacciono. Lasciati coinvolgere dalle cose che piacciono a lei.
  • Non pensare con la logica, non riuscirai mai a convincerla di tornare con te se non sente di farlo. Stacca da lei quel tanto che basta per farle capire se la sua vita è meglio senza di te o con te. Se è meglio senza di te, mettiti l’animo in pace e trasforma questa esperienza in valore per la prossima relazione. Se al contrario avvertirà davvero la tua mancanza, allora è possibile che voglia tornare con te.

© Riproduzione Riservata

79 commenti su “Come comportarsi quando lei ti lascia”

  1. Che dire..io ho conosciuto l’amore della mia vita 6 anni fa tramite una chat.
    Abitavamo lontani 700 km l’uno dall’altra ma non è stato un problema dal momento che ci siamo innamorati subito dal primo istante.
    Lei dopo qualche mese ha lasciato tutto per venire su da me, famiglia e amicizie, e abbiamo convissuto insieme per circa 5 anni. All’inizio dell’ultimo anno di relazione ha voluto licenziarsi da lavoro e tornare a casa sua ma si stava assieme comunque con qualche viaggio qua e là.
    Purtroppo dopo un avvenimento importante e doloroso nella sua vita non le sono stato molto vicino devo ammetterlo, ma per ragioni lavorative non per altro.
    In poche parole ho passato sti ultimi 5 mesi a lavorare lontano da lei e senza rendermene conto a lei é iniziato a scendere il sentimento, ma purtroppo per quanto uno possa sentire una persona al telefono e difficile accorgersene soprattutto quando dai tutto per scontato.
    La mia era una situazione lavorativa temporanea lei lo sapeva e prima di prendere questo lavoro ne avevamo parlato assieme e anche se non era felicissima era comunque d’accordo.
    Bene dopo tutto questo l’ultimo giorno di lavoro e di contratto torno a casa felice perché sapevo che dovevamo ricongiungerci da lì a poco..ci sentiamo al telefono e lei mi dice che così non può continuare che è passato troppo tempo e che io non le sono stato vicino quando dovevo.
    Mi è crollato il mondo addosso ancora non ci credo.
    Lei dice che il lavoro non c’entra ma che già prima le cose non andavano e che però in sti mesi di lontananza ne ha preso coscienza.
    Circa una settimana dopo parto per avere un confronto a quattrocchi, mi aspetto che arrivi decisa a dirmi come stanno le cose e invece no tutt’altro.. é confusa, stiamo bene insieme..la saluto e lei mi fa capire che ce ancora una porta aperta..torno a casa più tranquillo.
    Ma dopo un paio di settimane le dico che ho intenzione di tornare da lei ma mi dice di aspettare che ora non se la sente..ma è più forte di me parto lo stesso contro la sua volontà, ho troppa paura che la distanza col tempo facciano altri danni.
    Mentre sono la, cerco in tutti i modi di convincerla a farsi viva anche in modo insistente, ma niente..mi blocca tutti i mezzi a disposizione che ho per comunicare con lei.
    Morale della favola me ne torno a casa senza averla vista e non ci credo mi sembra di impazzire.
    Questa situazione mi ha fatto perdere il controllo facendomi fare cose che non sono da me e mi rendo conto di avere esagerato forzando la mano.
    Però signori miei..io mi chiedo come sia possibile che mi abbia fatto questo proprio l’ultimo giorno di lavoro dopo 5 mesi proprio quand’ero pronto a scendere da lei definitivamente dopo che ho lavorato per noi due tenendomi i soldi da parte..secondo me qualcosa non torna penso mi abbia nascosto qualcosa ma non lo saprò mai.
    Vi chiedo scusa se ho scritto troppo ma penso che il mio sia più uno sfogo ancora non ci posso credere, la amavo e la amo ancora così tanto mi farei ammazzare per lei e invece lei mi fa questo.
    Tutti mi dicono che mi passerà e che mi riprenderò ma io lo so che la amerò per sempre per tutta la vita, mi sono sempre immaginato le facce dei nostri figli e ora pensare che tutto questo lo farà con un altro mi uccide, non so se ce la farò.
    Dico solo una cosa..non date mai ripeto MAI tutto per scontato anche quando la vostra storia d’amore vi sembra stupenda e credete che tutto duri per sempre. La vita è dura gente buona fortuna!

    Rispondi
    • Sono sempre io alla fine quella p* della mia ex aveva un altro fin dall’inizio e invece di dirmelo dopo aver fatto 700 km per un “chiarimento” ha preferito farsi s* da me facendo il doppio gioco sia con me che con lui per poi farmi tornare a casa col contentino così almeno pensava di addolcirmi la pillola. Io dico solo una cosa, se esiste un dio per davvero allora tutto le deve tornare con gli interessi e se così non fosse allora un dio non esiste

      Rispondi
      • Amarla, provarci per lo meno, se ne sei innamorato non puoi fare altro e altro non devi fare che darle ciò che senti, quello che hai dentro per lei lo elargisci così com’è nel modo più diretto e genuino vada come vada. Tutto il resto è subdola strategia manipolativa, la vera mancanza di rispetto verso di te e verso di lei.

        Rispondi
        • Questa società fa piuttosto cagare(senza edulcorazioni e mezzi termini, questa società se lo merita) non a caso a causa di tutte queste sordide strategie, del “non chiamarla, non contattarla, fatti desiderare ecc.. ecc..” e schifezze assortite simili. PURI! VERI! IN MODO VISCERALE! Questo e solo questo è denudarsi, mostrarsi.. amare, essere veri nel sentimento ossia in ciò che profondamente si sente per questa persona, che lei ciò che mostri ed elargisci piaccia o meno esatto, il rispetto lo dimostri in realtà così, mostrando di te la parte più viva vera radicale del tuo sentimento. Questo è essere uomini che amano.

          Rispondi
        • No! Non deve funzionare deve essere VERO! Devi essere vero! Non deve funzionare. La strategia subdola è tesa a funzionare, gli interessi di basso ventre sono tesi a funzionare. Amare NON è mai conquista. Se la conquisti non la ami. L’amore non è una conquista! Questa società (anche) nelle relazioni sentimentali fa cagare(senza mezzi.. ecc..ecc..) a causa proprio di certi modus che anche una certa Psicologia foraggia e supporta. Malnata pure essa!

          Rispondi
  2. LA FINE DEL NOSTRO AMORE è’ COME LA CADUTA DI UN ALBERO GIGANTE IN UN BOSCO
    LASCIA VUOTO UN PEZZO DI CIELO PER SEMPRE
    IO SONO QUEL PEZZO

    NON VOGLIO PIU VIVERE

    Rispondi
  3. Anche io mi trovo in una situazione al dir poco surreale. Vivo da circa due anni una relazione a distanza (Italia – Brasile), resa estramentente pesante da pandemia ed impegni lavorativi. Insomma, da due anni non vedo la mia ragazza. Decido quindi di abbandonare la mia carriera, famiglia e amici per raggiungerla in Brasile a inizio 2022 e provare a colmare anni di assenza costruendo una nuova vita insieme. Qualche giorno fa ho invitato a casa, per una pizza al volo, una mia cara amica, nonchè vicina di casa, nonchè collega e persona che mi ha introdotto alla mia ragazza. Poichè non vi erano e mai vi saranno secondi fini, ho aggiornato la mia ragazza dei programmi per la serata. Il risultato, grida, urla, insulti, chiamate infinite nel doposerata e rottura della relazione più bella e solida che io abbia mai avuto. Voglio solo porvi una domanda, magari per capire se io sia l’unico stronzo a pensare non ci sia stato niente di male nel prendere una pizza con una amica. Cosa ho sbagliato? Qualcuno di voi si è mai ritrovato in una situazione simile (non ho potuto leggere tutti i commenti)? Magari ci fosse un precedente potrei anche capirlo, ma l’unico precedente è che qualche anno fa, questa amica toccò la mia barba dicendo “bella sta barba, mi piace” (parole della mia, ad oggi, ex). E vi giuro che non ho idea di come comportarmi, mi trovo in una sorta di blocco emotivo e mentale.

    Rispondi
  4. Dopo due anni di amore incondizionato, km percorsi per raggiungerla a 400 km di distanza, regali, sostegno, affetto, aiuto, ascolto mi sono preso il mio bel foglio di via.
    Motivo? Con la distanza si sentiva sola e doveva affrontare tutto da sola quando io ero sempre in prima linea per ogni suo problema.
    Vengo mollato proprio quando ha stranamente trovato lavoro in un Pub con 300 uomini al giorno che ci provano con lei.
    Per me resta la donna più bella che abbia mai visto, anche se mi ha ferito profondamente, evito di farmi sentire, so come va in questi casi ed è del tutto inutile.
    Quando siete con una donna scopatela, godetevi gli orgasmi, divertitevi ma non pensate mai a un investimento a lungo termine, mai.

    Rispondi
  5. Ho 55 anni dopo 12 anni sono stato mollato dalla mia compagna il giorno di Pasqua in maniera fredda e spietata. Qualche piccolo segnale forse c’era stato ma mai mi sarei aspettato un simile voltafaccia… sono molto addolorato 12 anni non si cancellano con un colpo di spugna. Ditemi cosa devo fare sono disperato. Gianni

    Rispondi
  6. Io ne ho 61 di anni, faccio il musicista in una orchestra da ballo. In questo ambito, ho incontrato una donna 25 anni fa’ cantante. Ci siamo messi insieme, abbiamo preso casa e fatto famiglia e abbiamo una bella figlia che studia. Ora ha deciso di lasciarmi perché questo lavoro non le dà sicurezza. Secondo voi per amore direi cambiare vita? Andare a chiudermi in fabbrica gli ultimi anni della mia vita?

    Rispondi
  7. Ciao a tutti sono un ragazzo di 38 anni… La mia ragazza che ho conosciuto a 15 anni dopo che havevo 21 anni mi ha lasciato scappando dopo 9 anni mi ha detto che la figlia che haveva non era del amico ma mia.. Dopo 13 anni mi porta mia figlia x farmela vedere.. Insomma nel frattempo ci siamo rimessi insieme ho fatto un altra figlia con lei.. Ora a 2 anni sono solo guerre.. Nel frattempo dei 13 anni di assenza si è sposata e ha fatto altri 2 figli.. Ragazzi insomma sono confuso deluso… Qualcuno può darmi un consiglio?…

    Rispondi
  8. Carpe Diem – Cogliete l’attimo fuggente, gode i momenti e i periodi di felicita e sappiate voltare pagina nelle difficolta. La vita e’ una sola, basta saper viverla accanto a persone che vi amano e vi vogliono bene, quindi ti conviente lascia perdere e trovati qualcuna che ti apprezzi. Ricordati che ci sono quasi 4 miliardi di donne nel mondo e che se hai problemi con le italiane ci sono piu dell 99 % di altre donne ancora piu affascinanti. E’ questione di provare per credere e quando finisce finisce…. volta pagina e cambia donna.

    Rispondi
  9. Ma scusate, mi dite perché deve essere sempre l’uomo a dover “cambiare” per venire incontro alle esigente della sua donna? E se non lo fa e sempre lui la “carogna” il “bastardo” lo “stronzo”. Voglio dire, io sono fatto a modo mio e se ti vado bene e se mi ami e se ti attraggo è proprio perché sono fatto così, perché allora dovrei cambiare, dovrei accorgermi che ci sono cose di me che non ti vanno? Allora fatemi capire per tenersi una di queste donne un uomo deve sempre e comunque cambiare, modificarsi? Essere diverso da quello che realmente è? Se è così, beh no grazie, amatemi e desideratemi per quello che sono, altrimenti arrivederci …….

    Rispondi
    • Non sono tutte cosi, io sono vedova da 4 anni e ancora piango. Il mio matrimonio è durato 33 anni, felici? Non saprei dirvelo, sereno, pieno di problemi da affrontare, come la malattia dei suoi. Però io credo che una brava moglie debba prendersi cura anche dei suoceri, ed è quello che ho fatto. Ci siamo sostenuti, avuto 2 figli e 4 nipotini. Eravamo però indivisibili, lui era possessivo e a me faceva piacere. Adesso le coppie hanno troppa libertà e il lavoro condiviso con laltro sesso è un pericolo. Anche mio figlio di 29 anni è stato lasciato dopo 11 anni di fidanzamento e soffro nel vederlo cosi. Ma lo. Invito a cercare una donna fedele di principi, sono quelli che contano. Buona fortuna, siete tutti nel mio cuore.

      Rispondi
      • Le donne come lei è mia mamma che purtroppo non c’è + , sono rare e difficili da trovare …Oggi basta un problema risolvibile o di poco conto che una donna scappa a gambe levate…. un saluto Simo

        Rispondi
  10. La donna e’ danno ! fatevi forza o divorziati e lasciati da una bastardella piccola piccola , cosa e’ la donna se non un buco puzzolente intorno al niente! bastarde! crepate quando lasciate.

    Rispondi
  11. Nessuna cosa al mondo e’ piu’ bastarda di una donna!!! Quando vi lasciano gioite e godete della loro morte naturale! brindate gioite godete e mandatele a fare in culo!! donne bastarde!

    Rispondi
  12. buongiorno a tutti!ormai un mese vivo una situazione molto dolorosa ,dopo 16 anni di convivenza e una figlia bellissima di 9 anni siamo per separarsi ,,dopo un litigo ha deciso di chiudere definitivamente e non ne vuole sapere di niente,non vuole sapere neanche di parlare o risolvere il problema della casa appena comprato da un anno,mi rinfaccia ogni minima cosa dell passato e da quando mi ha lasciato ogni secondo weekend se ne va via (dice per le cure)da quando ha deciso di molare e andata direttamente al avvocato per discorso della casa e ho dovuto prendere anche io uno per difendermi ,,le colpe sono tutte mie come dice e io ci sto veramente male,,ho continuamente sbalzi di umore e faccio fatica di andare avanti.ho fatto le mie stronzate e mi rendo conto ma ho sempre lavorato e cercato di dare tutto per la casa e famiglia..mi ripete che io non gli ho dato niente e non la ho mai portato in ferie ,,che a volte no anche per motivi economici ..mi rinfaccia che io ho avuto e ho relazioni con le altre …ogni cosa che faccio è sbagliata e le colpe sono mie,e la autostima diminuisce e mi sento veramente male..e sempre al telefono con il social e so che ha amici maschi che gli ha anche incontrati,,dovevamo sposarci a settembre ed esaltato tutto ,,ha tirato tutte le nostre fotto e mi ha cancellato dal facebook..non riesco a capire questo suo atteggiamento nei miei confronti e non so cosa fare!erano 16 anni belli di gioe ,felicità,sofferenze,rabbia,tira mola ecc..e continuamente mi dice cosa ho fatto io di negativamente e che lei vede solo male ma non il momenti belli,,riesce sentirmi veramente piccolo e stronzo …stiamo ancora vivendo in casa in quanto non abbiamo la possibilità di uscire ecconomicamente e mi minaccia per le vie tribunali,,io qua non ho nessuno dei famigliari e non so cosa fare..grazie per qualsiasi risposta per capire ..

    Rispondi
    • Stai tranquillo, io mi sto separando e vivo a 650 km dalla mia città d’origine. Ho deciso che per un pò starò nei paraggi sia per controllare i miei figli che per tenerla d’occhio…
      Ci sto molto male anche perchè o fatto veramente di tutto per far funzionare le cose ma le donne una volta che decidono non tornano indietro e ci lasciano le briciole di una relazione dolorosa e umiliante. Siate forti e non barattate il vostro onore con la loro pietà!

      Rispondi
    • Ciao caro…io son nella tua stessa situazione,solo che le figlie son 2…13 anni di matrimonio,alti,bassi,gioia,incazzature grida,complicità,ora solo indifferenza da parte sua…dice di aver ponderato bene tutto e a lungo e aver fatto la sua scelta

      Rispondi
  13. Penso che tu abbia perfettamente ragione. Io mi sto lasciando proprio in questi giorni dopo oltre 10 anni di convivenza. Una volta più le trattavo male e più correvano. Quando ho trovato questa donna, mi sono fatto un esame di coscienza e ho sempre cercato di comportarmi bene…. ebbene… non l’avessi mai fatto. Dopo vari problemi (fra l’altro è morta sua mamma a dicembre) mi sono accorto che nella sua vita esistono solo suo padre, sua sorella, ovviamente prima di tutti suo figlio, suo fratello e nipoti vari. Io in sostanza sono l’ultima ruota del carro. Non ci sono problemi di tradimento, ma vivendo a casa di lei, il padre vive al piano di sopra e la sorella in fianco..voi capite che non ho voce in capitolo; in sostanza mi sono accorto con immenso dispiacere che io non conto un cazzo! A gennaio subisco un intervento doloroso ma fortunatamente non grave di poliposi nel naso. Lei mi viene a trovare in ospedale e percepisco che è scocciata per il tempo che le faccio perdere (infatti lei ha una attività in proprio e doveva consegnare). Quando torno a casa mi rendo conto di non contare proprio più nulla e le sbatto tutto quello che penso in faccia. Lei mi risponde che devo togliermi dalle palle al più presto. Morale della favola, lunedì vado ad abitare da solo. A voi vi sembrerà impossibile, ma non contare niente per una persona, è in ogni caso una forma di tradimento. Credetemi!

    Rispondi
    • Buongiorno a tutti da un mese vivo una situazione molto brutta mia moglie dopo 10 anni di matrimonio si è alzata una mattina dicendo che non provava più amore per me premetto che dietro a tutto questo ci sono delle cose un secondo figlio mai arrivato il mio lavoro stressante ed un carattere non propio facile ma sempre allegro.
      Io e mia moglie abbiamo sempre avuto un bel rapporto anche intimo da un po di tempo vedevo freddezza o meglio dei cambiamenti però purtroppo per colpa di questo maledetto Virus Covid-19non ho dato tanto peso pensando che era solo preoccupata 😟 ma invece no covava dentro della rabbia ad oggi non so più cosa fare io l’amo alla follia e non è la classica frase fatta ma vero amore lei mi dice di avere un blocco nei mie confronti ho provato ad invitarla a mangiare qualcosa più di una volta ma lei non riesce a stare con me prova imbarazzo io in questo mese ho mi sono appuntato tutte le cose che lei mi ha detto per scavate dentro di me e capire dov’erano gli errori e passo dopo passo ci sono riuscito grazie a lei non è stato facile ma l’o fatto gli ho spiegato tutto quello che pensavo ma ad oggi non ho ancora una risposta lei non vuole separarsi da me ma non riesce e anche a prendere una decisione si trova in imbarazzo io farò di tutto ma vorrei sapere se ce qualcosa che posso fare per aiutarla è una ragazza speciale piena d’amore ancora nei miei confronti scusate abbiamo anche una figlia di 9 anni una bambina stupenda.
      Secondo me lei si è fatta convincere dalla sorella che avuto una brutta storia d’amore e che si è separata ma spero che posso fare qualcosa aiutatemi per favore

      Rispondi
  14. Vi capisco perfettamente. Ci sto passando anche io. Solo che la nostra rottura è stata molta più traumatica in pratica Lei ha scoperto che io l’ho tradita e non solo. Le ho anche inviato un messaggio dopo dove le dicevo che quella donna era di gran lunga migliore di lei… Apriti cielo. Ad oggi è passato un mese circa e lei ha bloccato tutti i miei canali di comunicazione. Ma sono comunque estremamente sicuro che Lei mi ami ancora ed è solo la rabbia che prova nei miei confronti che le impedisce di contattarmi. Ne sono sicuro perché ogni volta che la sento per telefono (chiamo con procedura anonimo per bypassare il blocco) Lei mi urla insulti a raffica e addirittura un paio di volte l’ho sentita piangere al telefono.
    Fidatevi. Più un uomo è bastardo più la fa innamorare e più la donna gli si lega come per una sorta di dipendenza da maschio Alfa.
    Sinceramente non ne ho mai compreso il motivo. Ma è così.
    Voi che ne pensate?

    Rispondi
    • purtroppo e cosi’ io le davo tutto casa lavoro soldi e anche di piu’ , mi ha lasciato si e’ messa con un morto di fame coi baffi che la passata a tutto il paese e la mandata anche a battere ben gli sta’ adesso e’ morta e ne sono felicissimo!

      Rispondi
  15. Salve ragazzi…la mia storia non è molto lontana dalla vostra ma veramente molto strana,dopo 2 anni di relazione apparentemente perfetti in 2 anni tra viaggi e cose varie non avevamo il tempo di annoiarci,ho studiato 2 anni di psicologia e quindi sono molto attento alle relazioni umane,sempre presente e aperto al dialogo.Lo zio va in coma nella metà di agosto e da li lei inizia ad avere comportamenti molto strani come se non volesse darmi conto,ho provato in mille modi a darle la mia vicinanza ma ovviamente non riuscivo a pieno perché i suoi comportamenti calpestavano la mia dignità…suo zio muore i comportamenti peggiorano e dopo soli 9 giorni dal lutto mi dice che non ‘mi ama più’ e che non provava più le stesse sensazioni di prima dicendomi che ha trovato nei suoi colleghi di lavoro una famiglia,gente che conosce da 1 mese perché da poco aveva iniziato questo lavoro,e che io nn ero la sua famiglia…doccia fredda per me…perché non avevamo problemi…sparisce non risponde ai miei messaggi mi blocca su whatsapp e mi ha sbloccato recentemente.Voglio dirvi ragazzi non sentitevi in colpa per niente perché Se la vostra donna vi amava veramente avrebbe voluto cercare una soluzione prima di usare situazioni come scusanti o frasi fatte,noi essere umani quando teniamo a qualcosa veramente con affetto prima di gettarla ci pensiamo due volte…pensate ad un’oggetto per esempio.l…figuratevi con le relazioni umane.Non datevi colpe e non fate niente sarebbe inutile,mentirei se vi dicessi che non sto male,ma la verità è che le donne hanno meno palle di noi uomini e allora buttano la colpa su di noi o sulle situazioni per liberarsene e donne del genere non potranno mai rendere felice un’uomo le vere donne hanno i controcoglioni.Rilassatevi e ammirate come si autodistruggono.

    Rispondi
    • Bellissima, sei un grande ,se lo meritano ,sono delle bugiarde, non hanno le palle di dirci che volevano solo divertirsi e che adesso sono attratte da altri uomini
      Giustissimo rilassiamoci e guardiamo come si autoditruggono

      Rispondi
    • Ogni donna che muore e che ha lasciato solo il marito io ne sono felice . di morte naturale vuoi un incidente vuoi un bel tumore al seno quando le donne bastarde crepano io gioisco

      Rispondi
  16. Salve,io cerco pienamente aiuto …sono 10 giorni che mi sento impazzire..dopo 22 anni di matrimonio mia moglie ha deciso di separasi in casa…motivo? xke io un paio di volte a settimana uscivo con i mie amici ..e poi nell’arco di 22 anni ho fatto si o no quasi una decina di weekend con gli amici…ma sempre con il suo consenso..io senza cattiveria andavo xke le mi lo consentiva…ed invece no..lei mi ha rinfacciato oche dovevo essere io..a sentirmi con chi stavo bene in quel momento o con lei o con gli amici..ma perche non ha rimproverato il giorno dopo? perche ? ha pianto davanti ai nostri figli..facendo cadere la colpa su di me..poi va dicendo a tutti i nostri amici e conoscenti che ci siamo separati..proprio con il sorriso sulle labbra,,,,io non la capisco piu’..aiutatemi vi prego

    Rispondi
    • Ciao Salvatore. Non sentirti in colpa,avrebbe sicuramente trovato un’altra scusa per fare ciò che ha fatto o detto. Te lo dico perche io sono un cinquantenne che ha ricevuto sta mazzata nonostante un matrimonio (che credevo felice) durato 20 anni. Siamo genitori di uno splendido 18enne cresciuto con educazione e rispetto. Ti posso dire che io ho usato questi 20 anni a cercare (nel limite del possibile) ad accontentarla in tutto e per tutto arrivando a rinunciare totalmente ai miei interessi,amici,uscite,ecc. E non mi si venga a dire che le donne vogliono “essere partecipi” perché ogni volta che ho fatto qualcosa lei era con me,se voleva uscire uscivamo insieme,se facevamo la spesa idem mentre se la domenica (dopo aver zappato la terra per tutta la settimana) volevo dormire,se lei diceva “andiamo all’Ikea”(é un esempio) si andava all’Ikea! A furia di gonfiarmi gli attributi insistendo sul “chiedi l’aumento,chiedi l’aumento,chiedi l’aumento” mi ha fatto perdere il lavoro e sono quasi 2 anni che faccio “il casalingo” e anche qui non mi vengano a rompere con discorsi tipo “dovrebbero pagarci” perché rispetto a zappare ci metto la firma! Al contrario io non gli ho mai negato anzi vedendola giù la spronavo a svagarsi e quindi uscite con le amiche a mangiarsi la pizza,andare in palestra e addirittura quando molto tempo fa mi disse che aveva bisogno di andare a rilassarsi da sola é partita qualche giorno e poi scopro che era andata da un suo amico d’infanzia,non vi dico che casino é venuto fuori nonostante i suoi “non ci ho fatto niente!”MA VAFFANCULO VA! Ma come un coglione io,da marito innamorato,sentendomi perso senza di lei,ho voluto darle un’altra occasione,dopotutto tutti possono sbagliare! Io però chissà perché non mi sono mai permesso ne concesso certi sbagli! Logicamente c’è voluto tempo affinché riconquistasse la mia fiducia ma ci é riuscita e fino a poco tempo fa avrei messo la mano sul fuoco sul fatto che ci saremmo vissuti INSIEME la vita vedendo nostro figlio diventare qualcuno e..(scusami ma mentre sto scrivendo ciò,una crisi di pianto mi assale) e magari vederlo sposarsi e goderci perché no,dei nipoti,e vivere il nostro amore fino alla fine. No,purtroppo no,perché lei ha deciso. E così mi trovo a 50anni solo,senza amici o semplici conoscenti perché le mie sole conoscenze erano i suoi amici,disoccupato,invalido al 70% perché per campare la famiglia (perché lei non lavorava) mi sono sempre massacrato di sforzi. Ora non so ancora come finirà realmente perché mi ha detto che non mi ama più come prima e quindi vuole che ci lasciamo ma ancora dormiamo nello stesso letto perché non ci sono alternative,lei non può pagarsi un affitto e io non intendo andare a vivere in mezzo ad una strada (ci mancherebbe,pure questo no eh!) L’unica “fortuna” é che nostro figlio é sempre stato al corrente di tutto ed é un ragazzo intelligente. Tra me e lei c’era un rapporto eccezionale,eravamo amici,eravamo amanti,eravamo complici,abbiamo sempre affrontato ogni cosa sedendoci a parlarne e risolvendo sempre insieme tutti i problemi. Abbiamo passato,come tutti,momenti veramente duri e difficili. D’accordo,non posso certo dire di essere stato economicamente bene,anzi,ma questa é una situazione che é invariata da 20anni,non é certo una novità e sicuramente non gli ho mai fatto pesare il fatto di non lavorare per migliorare la situazione. Non é esistito nemmeno il problema di incompatibilità tra i nostri genitori perché lei andava d’accordo con mia madre ed io vado d’accordo con i suoi,anche perché nel nostro caso,lei era l’unica delle tre figlie non divorziate,FINORA! E comunque viviamo lontani dai miei e i suoi.Viviamo lontani dalle nostre città,dove siamo nati e cresciuti.
      Sono sicuro che dopo di lei non ci sarà più nulla. Ho promesso a mio figlio che non farò qualche cazzata(ma é dura).
      Ho sempre creduto nell’istituzione del matrimonio ma soprattutto HO SEMPRE CREDUTO NEL NOSTRO MATRIMONIO.
      Ora basta parlare anzi ringrazio tutti per avermi dato questa occasione ma SOPRATTUTTO,CARO SALVATORE,non cercare,non inventare colpe che non hai!!
      Doveva succedere,questo é il punto! Si dice che in questi casi la colpa sia di entrambi MA NO! NON É VERO! LA COLPA É SOLO DI CHI HA SMESSO DI CREDERE CHE POTESSE FUNZIONARE! SALVATORE,il tuo nome é una missione,ma non puoi salvare tutti,non puoi salvare chi non vuole essere salvato e soprattutto chi non merita di essere salvato!
      Ovviamente,non penso ci sia bisogno di specificare che da questo discorso siano da scartare a priori quelle relazioni “malate” nelle quali appare,anche solo brevemente,la violenza,anche solo verbale.

      Rispondi
  17. IO SONO NELLA VOSTRA SITUAZIONE, ERO fidanzato con una solo 15 anni e ho sofferto, poi viene una, mi innamoro di lei, anche se lei ha 14 qnni in piu di me e ne ho 37, credevo che fosse la volta buona, l’estate scorsa mi lascia(2018) e ho tentato di tutto, ora settembre 2019 ho capito di farmene una ragione, ho fatto di tutto, oggi l ho vista se non fosse stato per i miei amici ero morto. soffro tanto ma tanto ma ho capito che i sogni finiscono all alba…

    Rispondi
  18. Ho avuto un sacco di storie nella mia vita, ma ognuna di loro era fatta della stessa pasta. Donne che cercano giusto uomini per sistemarsi, in cerca di fortuna ecc.. Ma siccome non ho mai avuto a che fare con vere donne che stanno con il proprio uomo per amore, ho deciso di starmene bello tranquillo single senza rottura di palle, pensieri, preoccupazioni, sofferenze e perdita di denaro inutile. Detto ciò, negli ultimi tempi ho notato che le relazioni nel mondo, non fanno altro che peggiorare, tant’è che bisogna stare attenti con chi si ha a che fare. Mi ricordo quando i miei nonni si amavano davvero, quando la donna si comportava bene e non era narcisista, stereotipa, viziata, spilla soldi e chi più ne elenca, più ne metta.
    E vero.. Uomini che cercano solo la patata ce ne sono a bizzeffe, ma donne che cercano soldi in un uomo è la stessa cosa. Sinceramente di questo sistema mi sono letteralmente rotto le scatole. Bisogna prima mettersi al posto con il cervello, avere una dignità e sopratutto decisi nelle cose che si vuole davvero, senza prendere per i fondelli la gente. Ma questo è uno dei minimi problemi che esistono nel mondo sulle relazioni.

    Rispondi
  19. Lei è scomparsa già da tredici giorni. Le uniche cose che che ho ricevuto sono tre messaggi dicendo che era stata operata, che ha perso la gravidanza ma di non lasciarla.
    Intanto non mi dice in quale ospedale è, non mi chiama ed i messaggi sono da un numero mai attivo.
    Intanto sono dimagrito dieci chili, l’ho cercata in ogni ospedale tramite un dottore amico mio, nessuna ambulanza l’ha mai trasportata da nessuna parte e raramente dormo pensando costantemente a questo pallino.
    Ditemi voi cosa faresti?
    La voglia di prendere un aereo e forte come quella d’un whiskey. Vorrei scappare in qualche modo. E poi penso invece di tenere duro fino ad avere una risposta ma questa strada e come camminare portando un pugnale nel cuore.

    Attendo qualche voce che capisca.

    Ciao

    Rispondi
  20. Salve lei mi ha lasciato dopo circa un mese e mezzo dicendomi che ha fatto parlare il cuore,la vita l ha messa davanti delle scelte..non poteva avere due piedi in una scarpa..mi ha amato sincetamente e che forse abbiamo accelerato un po i tempi…che e successo veramente?

    Rispondi
  21. Buongiorno,
    Anche io son stato lasciato dalla mia ragazza, ormai sono passati quasi 8 mesi e più il tempo passa, più mi sento male.
    Lei è una mia amica d’infanzia, ed il mio migliore amico è anche il suo migliore amico!
    Siamo stati insieme 3 anni, anche se io all’inizio dicevo che non volevo niente di serio, in quanto ero rimasto già scottato da lei. Son sempre stato innamorato di lei fin dalle superiori, e negli anni ho conosciuto tutti i suoi ragazzi, con cui avevo anche un discreto rapporto.
    Tra me e lei è nato tutto per un suo “capriccio” in quanto erano un paio di giorni che ammiccava verso di me. Lei conviveva con il nostro migliore amico e quella sera è successo. L’ho sempre cercata di sostenere, in tutti i momenti brutti che ha avuto, nelle sue difficoltà, anche se non abbiamo mai chiarito la nostra relazione. Il tutto è andato bene per 2 anni, anche se ho fatto lo stronzo un po’ di volte, ogni tanto per scherzo, alcune volte senza malizia;poi l’anno scorso mio padre si ammalò di malattia grave e ad Ferragosto mancò. È anche vero che a causa del mio lavoro (sono ristoratore), e mia cultura (cinese), non sono mai riuscito a fare con lei tante di quelle cose che volevo!
    Però io con lei mi sentivo compreso e completo, nella mia battaglia interna delle 2 culture! Lei riusciva a farmele amalgamare bene! Mi faceva sentire fiero, uomo, amato! Durante la malattia di mio padre, mi è stata vicino a suo modo, e magari non mi amava più ma è rimasta. Verso fine anno però la vedevo sempre al cellulare(regalatole da me come regalo di laurea in medicina), a messaggiare, ed io non le ho mai chiesto nulla. Al momento con gli amici di scegliere sul cosa fare a capodanno lei disse che non ci sarebbe stata, perché l’avrebbe passato in un’altra città. Li ci son rimasto malissimo! Poco prima di capodanno abbiamo passato una bellissima serata insieme, alla fine della quale mi dice che si sentiva con un altro ragazzo! Io li per li non ave o collegato, e le ho detto va bene… è vero che le ho sempre detto che se avesse trovato un ragazzo migliore di me io mi sarei fatto da parte, ma nei nostri alti e bassi ho sempre reputato che noi stessimo insieme. I primi mesi ci vedevamo almeno 1 volta a settimana, in quanto le avevo regalato un corso sul vino con me, come regalo di natale. Poi dalla fine del corso le cose per me son peggiorate, pensavo sempre a lei, mancanza di appetito, stomaco che si chiudeva, e negli ultimi giorni attacchi di panico. Ho sempre mantenuto un po di rapporto, scrivendole apertamente. Nell’ultimo periodo le ho iniziato a scrivere il buongiorno e la buonanotte tutti i giorni, e durante un aperitivo ho conosciuto il suo nuovo ragazzo. da li lei ha cambiato toni verso di me… il mio migliore amico, nonché suo mi dice che devo dimenticarla e andare avanti! Lui continua a ripetermi che non stavamo insieme, e questo mi fa arrabbiare in quanto io l’ho sempre reputato una relazione! Da quando le ho iniziato a scrivere buongiorno e la buonanotte, lei ha cambiato toni verso di me, e quando le scrivo mi ignora, o mi risponde in malo modo, ma nonostante ciò a me fa veramente tanto piacere vederla! Io la amo! Qualcuno ha qualche consiglio? Tutti mi dicono passerà, anche mia sorella mi dice di dimenticarla, ma io ora sarei pronto ad andare a convivere con lei, e mi son pure fatto i miei propositi futuri con lei!

    Rispondi
  22. Tutte “stronzate”. Nel senso che sono ufficialmente questi i motivi ma sotto sotto c’è altro e non contano le attenzioni o altro. Le donne cercano soldi e uomini attraenti. Il che va anche bene: il problema è quando troncano storie di anni con scuse di questo tipo “Non sei presente”, “Mi dai per scontata” o scemenze simili. Io sono stato mollato dopo anni di storia, ufficialmente perchè ero assente perchè lavoravo. Fortunatamente sono un tecnico informatico e tramite hacking del cellulare ho scoperto che la puttana mi tradiva e voleva solamente soldi. Una perfetta Goldigger.

    Rispondi
    • Non preoccupatevi ragazzi… al mondo ci sono tantissime puttane come le vostre ex pronte a succhiarvelo per 20 euro h aah ha ah ah ah e voi state a piangere per quelle due zoccole che vi hanno lasciato?? ha ha ah ah ah

      Rispondi
    • leggo questo articolo dopo piu di un anno ma leggendo questa risposta mi sono sentita proprio di intervenire…ho lasciato da pochi gg il mio compagno per esasperazione e disperazione direi,mi sentivo trascurata nn amata del suo tempo stavo raccogliendo le briciole ..nn auguro a nessuno mai d elemosinare attenzione amore,e poiche l avevo lasciato mesi fa proprio per queste ragioni,ritrovando le stesse problematiche ho deciso che nn si puo nn è vitaSe nn apprezzi quello che hai accanto(e credetemi sono passata sopra condizioni di vita imbarazzanti e ho tentato di migliorare effettivamente la sua)allora meriti d star da solo,perche nn sei capacae d amare.

      Rispondi
  23. Concordo con l’ultima parte dell’articolo quando parla del coinvolgimento della partner nelle piccole cose, come fare la spesa insieme chiedendo consigli. Per esperienza, lei non prende mai l’iniziativa ma vuol essere coinvolta sempre in mille modi, nelle piccole cose come nelle grandi. Nella direzione psicologica del continuo coinvolgimento, non arrendersi mai e riprendere sempre l’iniziativa, in parole apparentemente perdenti: amare per primi senza lasciarsi deprimere da eventuali insuccessi. Alla fine, se veramente è la donna giusta: “amare, apparentemente a fondo perduto, è la carta vincente”.

    Rispondi
  24. ciao a tutti, la mia storia e’ un po’ bizzarra, nel senso che sono sposato da 15 quasi sedici anni, e mai pensavo potesse accadere una cosa del genere. Coppia felicemente sposati con due bambini, una attivita’ ben impostata da due generazioni, economicamente non ricchi ma stabili, invidiati anche. Cosa succede? Tre anni fa si ammala mia madre in seguito ad ischemia celebrale, cominciano problemi normali in seguito all’ accaduto, problemi con il lavoro, pero’ si va avanti a tutta dritta, come sia normale. Un anno dopo la stessa cosa a mio genero, cominciano ad aggravarsi i problemi, anche perché i nostri figli molto legati, ne’ risentono a piu’ non posso. Si va sempre avanti nel senso che i problemi ci sono e vanno affrontati, il lavoro sempre piu’ lacerante, mi occupa di tanto in tanto anche il dopocena e qualche volta il fine settimana, come fai, l’ attivita’ in proprio non ti da’ tregua. Passano due anni, mia madre si e’ molto aggravata, non mangia piu’ viene fatto l’ intervento, ma causa un’ infezione non c’ e’ la fa’, premetto che nello stesso identico periodo mio padre operato per la diverticolite, gli sbagliano l’ operazione, e viene operato tre volte in una settimana, dato per spacciato, vista la sua eta’ 82, riesce a superare. Andiamo avanti sempre piu’ appesantiti da problematiche che crescono insieme ad i figli, arriva pasqua e mio genero si aggrava e anche lui non c’ e’ la fa’. Mia moglie, sembra che l’ abbia presa bene( cosi’ dice’ non soffre’ piu’), ma io so che non e’ cosi’ perché lei e’ molto legata al padre, premetto che l’ anno prima in giro di sei mesi a perso tutti e tre i nonni. Si va avanti, passano tre/quattro mesi, la mamma comincia a non esserci completamente con la testa, sara’ dovuto alla perdita, sara’ normale. Passano giorni, settimane, mesi la situazione si aggrava, iniziano i primi accertamenti, tac, risonanze, ecc., intanto mia moglie mi chiede sempre piu’ spazio per lei, da tempo sta’ con un gruppo che organizzano un festival, e una volta una riunione e un’ altra un problema da risolvere , e’ sempre piu’ assente specialmente la sera dopocena, io intanto preso sempre di piu’ dai problemi del lavoro, mi ritrovo sempre di piu’ il dopocena a lavorare e il fine settimana anche. Arriva settembre, i figli frequentano una il primo superiore , l’ altro la prima media, cominciano i primi problemi con la scuola, la piu’ grande non ha appropriato un metodo di studio corretto mentre il piccolo non riesce completamente ad organizzarsi per i compiti, conseguenza tutti i fine settimana a casa. Ottobre arrivano le prime conferme per mia suocera; e’ ALZHEIMER. Che culo!!!!!!!. Mia moglie perde la testa, (apparentemente), intanto cerca sfogo nella sua compagnia, con uomini e donne con aperitivi a piu’ non posso, la vedo che e fuori pero’ la lascio fare, perché cerco di capirla. Arriva natale, facciamo vacanza ad AOSTA qualche giorno con dei nostri amici e i loro figli, per cambiare aria e divertirsi sciando. Tornati a casa girano delle strane voci su mia moglie e il suo amico (fraterno), chiedo spiegazioni, lei nega tutto completamente, ma non mi fido, la vedo che si messagiano sempre su whatap, non mi fido, la cosa puzza. A sua insaputa prendo il telefono e controllo i messaggi, vado indietro e trovo scritto ” sono passati tre mesi da quando ci siamo baciati”, non ci vedo piu’, che e’ sta’ roba, che cosa sta’ succedendo, non capisco piu’ niente, d’ impulso la sveglio , erano l’ una e mezzo, andiamo in mansarda e gli chiedo spiegazioni. Lei mi dice che si sono baciati per sbaglio, che era tutto uno scherzo. Io non le credo, ma faccio passare la cosa, anche perché si sta’ avvicinando il mio cinquantesimo e non vorrei rovinare la festa, passato qualche giorno, decido di collegare il suo telefono al mio computer, in modo da poter controllare i suoi messaggi, visto che il telefono se lo tiene stretto, il venerdi’ sera lei dorme e io mi spaccio per lei, cosi’ scrivo al suo amico, dicedogli di essere innamorata e di non ricordare quante volte abbiamo fatto ‘ l’ amore, sperando in una risposta negativa da parte del suo amico. INVEVE arriva la grande mazzata, che lui non ricordava quante volte perché non le aveva contate, e di fare attenzione che avevo chiamato al suo numero vecchio, e che si sarebbero visti l’ indomani. NON ci HO visto PIU’, la prendo nel bel mezzo della notte, e me la mangio viva, insultandola a piu’ non posso ed in presenza dei figli visto che si sono svegliati. Scena a ripensarci lacerante, ma avevo perso la testa e gli ho imposto anche l’ indomani di lasciare casa. Il giorno dopo lei prende la sua roba e se ne va dalla mamma. Io DISTRUTTO E INCREDULO rimango a casa da solo per due giorni consecutivi a letto. Lunedi’ settimana successiva si va’ tutti e due dal dottore , lei per segnare la cura di sua mamma, e io per farmi dare qualcosa per reagire visto che non mi reggono le gambe per lo stress e per dormire dato che mi sono fatto una settimana in bianco, mi viene suggerito di contattare una psicoterapeuta, in modo da poter superare. Contattata per fine settimana, facciamo la prima seduta, e lei dice che deve sentire anche mia moglie se e’ d’accordo, per vedere come proseguire la terapia. La settimana successiva mia moglie va’, nega tutto e le dice che ha bisogno di una pausa, per decidere. Io intanto perso dalla ragione ,l a spio , la controllo, faccio cose senza testa preso da una gelosia morbosa che non sapevo neanche cosa fosse. NON ci sto’ piu’ con la testa, intanto faccio un’ altra seduta dalla psicoterapeuta, la quale mi conferma, che se non si fa’ la terapia insieme per il recupero, bisogna seguire altri obbiettivi, in poche parole e’ FINITA….. quindi trovare altre compagnie, uscire per non pensare a lei. Ma che cavolo dice che abbiamo fatto sempre tutto insieme, lavoro compreso. Comincio’ a farmene una ragione, ma resta difficile, anche perché lei e’ il mio braccio destro sul lavoro. In poco tempo provo tutte emozioni mai provate prima, che si contrastano tra loro,; rabbia, alternata ad esaltazione, compromessa da sconforto totale, un vicolo cieco, dove’ l’ uscita. MORALE sono passati due mesi, io sto’ cercando di farmi una ragione, ma nello stesso tempo non riesco ad accettare che sia potuto succedere a me. LEI prepara pranzo e viene a mangiare anche la mamma che oramai non si cucina piu’, lei non vuol parlarne, ma nonc’e’ nenche la volontà d riavvicinarsi, quindi una mattina incotro lui, e lo comincio ad insultare, lui mi si fa ‘ avanti e cerca di spiegarmi che il problema non e’ il rapporto che hanno avuto, ma che il rapporto co mia moglie era da un po’ che era finito. MA CHE CAZZO DICI.RITORNO al lavoro lo racconto a mia moglie, che con la sua indifferenza fa ‘ passare tutto per normale, dopodiche’ esce a fare la spesa. Faccio passare cinque minuti epoi vado dritto al negozio del suo amico che sapevo di trovarla la’, li sorprendono e mi guardano con aria da ebeti e con aria sorpresa che io non avevo CAPITO.ma che c’ era di piu’ chiaro da capire che loro erano stati insieme, era che mia moglie non mi voleva piu’. ESCO perplesso e ritorno al lavoro,oramai e’ finita veramente. DECIDO DI NON CONTROLLARLA PIU’, PERCHE’ CI STO’ MALE.
    MORALE: i figli c’ e ‘ l’ hanno con me perché ‘ voglio separarmi. passano settimane a pranzo non ci parliamo quasi per niente, mentre sul lavoro non possiamo fare a meno, e ci comportiamo come sempre, anche se io ogni tanto schero. ORA non capisco piu’ se devo perdonarla, anche perché non mi ha dato segno di pentimento , anzi al contrario mi fa capire che e’ finita, e in piu’ ci butta il carico da 11 dicendomi che con quindici anni di matrimonio non ha mai goduto. BOMBA TOTALE, ma che cazzo glli e’ successo, posso capire che con quindici annii rapporti si sono un po’ appiattiti , possibile che ha trovato il suo aladino sessuale, che con me si limitava soltanto al rapportino consueto come fosse stato un dovere piu’ che un piacere. SE RIUSCITE A DIDRICARE QUESTO CASO NE SAREI PIENAMENTE SODDISFFATTO, E COME MI DEVO COMPORTARE ANCHE SESSUALMENTE CHE SONO DUE MESI A DIGIUNO. MANDATEMI CONSIGLI. CIAO

    Rispondi
    • Capisco la tua storia. Personalmente penso di vantare una lunga esperienza . Primo matrimonio durato 17 anni 3 figli. All inizio grande passione e coinvolgimento totale che dura anni.. poi il lavoro, i problemi la quotidianità e lei comincia a contestare tutto il presente e il passato. Come spesso accade Il problema ha un nome e un cognome. Tengo duro, mantengo la mia dignità , lei esce in continuazione con tutte le scuse possibili, io non la presso le do corda. Poi la faccio seguire e ovviamente la becco. Lei inizialmente nega ma poi deve cedere. Intanto si sente sputtanata, l’ avventura nuova perde la sua magia e torna all’ ovile.Riprende la vita familiare ma Il rapporto non può più essere come prima . Manca il rispetto e la stima e lei non perde comunque la sua arroganza spalleggiata dai suoi genitori che la straviziano. Dopo tre anni si ripete la stessa storia. Ricontesta tutto il passato , litiga su tutto con maleducazione anche davanti ai figli. Stessa scena, la ribecco. Questa volta però non la perdono, accetto la separazione che mi aveva chiesto un mese prima, e con enorme dolore per i miei figli mi trasferisco in un appartamento. Lei a questo punto mi implora perdono , ma io non cedo. Dopo qualche mese mi innamoro di una donna più giovane e bella di lei. La mia ex impazzisce mi fa una causa giudiziale che dura 6 anni. I miei figli vengono manipolati da lei e faccio un enorme fatica a vederli e soffrono. Oggi studiano all’ università all’ estero e abbiamo un bellissimo rapporto. Nel frattempo con la nuova compagna dopo 10 anni di convivenza( i primi di grande passione)e una bellissima figlia di 7 anni siamo in crisi a causa di un periodo difficile di lavoro dove lei ha subito passivamente lo stress pur avendo un buon tenore di vita. Mi contesta le spese per gli studi dei figli avuti dalla ex vorrebbe più soldi e gioielli e mi chiede la separazione contestando tutto il nostro rapporto…ci risiamo. Nella mia vita ho avuto la calamita per belle donne passionali ma spesso volubili e caprocciose che mi hanno dato grandi passioni e bellissimi anni ma che poi non sono durati. Che dire , la vita è bella e va vissuta, secondo me non esiste una ricetta.La passione non può durare per sempre, la vita di coppia muta col tempo. Così il dolore dovuto alla separazione passa anc ‘ esso col tempo. Ero pazzo per la prima moglie ,conosciuta la seconda stentavo a ricordarla. Il rapporto di coppia dovrebbe essere come una barca su cui bisogna remare in due , aiutandosi e sopportandosi , ogni tanto dandosi il turno. Se rema uno solo non funziona. Ma oggi il buon senso lascia lo spazio all’ emotività , all’ avventura di turno che ridà quell’ emozione e quell’ attenzione persa di un tempo. Ma di solito non dura… Oggi a 55 anni preferisco investire le mie energie sul mio vero patrimonio, i figli. Ho ripreso a fare palestra, uscire con gli amici dedicando più tempo possibile ai figli. È inutere insistere se lei non è più innamorata e vuole farla finita. Io sto ovviamente male ma la dignità non la perdo. La vita è bella e riserva sempre belle sorprese se si cerca di reagire ed essere positivi

      Rispondi
  25. A proposito dell’articolo che trovo molto di parte “femminile”
    Cito questo pezzo: Quello che una donna cerca è sentimento e attenzioni, a volte tante, a volte meno. C’è un livello di indipendenza che sfuma da tanto a poco, ma una donna in generale vuole sentirsi valutata e apprezzata dal suo compagno. Per questo le donne insistono tanto nell’avere coinvolgimento emotivo e sono delle incredibili motivatrici, quando si tratta di stare al fianco del loro uomo.
    Da persona matura quale sono questa cosa mi fa imbestialire. Si ha sempre l’impressione che alle donne sia tutto dovuto e se casomai se tu uomo a chiedere comprensione e sostegno perchè potresti anche passare momenti difficili in alcuni momenti della tua vita, ecco che la figura del principe azzurro che le deve accudire e sostenere sparisce. E casomai molto velocemente si trovano un’altro. E no così non funziona. Mi sa tanto di istinto animalesco dove la femmina sceglie il partner in base a quello che gli conviene. Ma siamo umani e il cervello lo abbiamo per questo

    Rispondi
    • le donne hanno solo un simulacro di cervello… non lo usano… loro vogliono solo le emozioni del momento… il sentimento vero non sanno cosa sia… neanche quando ti vogliono solo come amico… quando ti hanno usato per bene ti lasciano senza tante spiegazioni…

      Rispondi
    • Molte donne sono manipolatrici, pretendono tutto e vogliono essere trattate come principesse, poi quando non gli interessi piu ti scaricano.
      Ho sofferto 2 volte ma almeno ho imparato, e ora sono contento di vivere da solo, i vantaggio sono liberta, tranquillita e serenita.

      Rispondi
    • Sei un grande! Mi hai tolto le parole di bocca! Anche noi a volte abbiam bisogno sostegno , questo tipo di donne sono merde e devono prendere tanti calcioni nel sedere!

      Rispondi
  26. iara
    Sono scoppiata in lacrime dopo le prime due righe!
    Condivido tutto parola per parola. Magari un giorno tubero queste parole per scriverle io stessa al mio ex..
    Grazie

    Rispondi
  27. Lucio mi sembra quasi di essere nella tua stessa situazione, mi ha fatto riflettere il tuo messaggio, la
    Mia ex ormai mi ha lasciato dopo 2 Anni sono appena andato davanti a casa sua gli ho lasciato un mio braccialetto gli avevo lasciato anche biglietti pupazzi ho fatto l’impossibile e ho commesso lo stesso errore che fanno tutti i ragazzi di supplicarla e pregarla di tornare con me, io mi sono innamorato veramente tanto la vedo come la più bella del mondo e la verità per quanto ci siamo amati era sempre sempre sempre sempre arrabbiata per qualsiasi cosa qualsiasi! Era una cosa assurda sembrava voler litigare per voler stare “bene” , piano piano sto capendo che innamorarsi non fa bene e sopratutto gli uomini quando si innamorano vedono la loro donna come unica, ma non è così, sicuramente non farò mai più questo errore e non succederà più che mi annullerò la mia vita per una ragazza,

    Rispondi
  28. A me mi ha lasciato e son gia 2 settimane quasi..é più vecchia di 5 anni e da un po di tempo a questa parte mi maltrattava dicendomi che lei ha 31 anni e non ha tempo per vivere la storia d amore da ragazzini…nonostante tutti i miei sforzi e sacrifici…facevo i salti mortali pur di farla star bene e lei aveva sempre da lamentarsi su qualcosa..litigiosa..mi ha fracassato l anima per 3 anni..ma abbiamo passato anche bei momenti insieme..ci amavamo alla fine.. Ma non posso capire dopo un ennesimo futile litigio all improvviso mi bloccó e non si fece più sentire e non risponde alle chiamate..e io sto malissimo ..sono andato fibo a casa sua per cercarle di parlare ..lho chiamata …le ho scritto messaggi che sono disperato e non mi immagino la vita senza di lei….e dopo qlc giorno sto venendo alla conclusione che é inutile stare male…so che questo discorso può non aiutare più di tanto…ma non dipende da noi…sappiamo che facciamo e faremmo di tutto per tornare con una persona che amiamo…ma loro sono fredde egoiste e calcolatrici…io veramente sto malissimo…non mangio più …mi spacco solo di sigarette ed alcol …non dormo…ma pian piano sto capendo che non ne vale la pena…se ama torna…se non ama allora non vale la pena mangiarsi il fegato per una cosi…pensate in positivo…che é stata comunque una bella esperienza insieme che ci ha fatto crescere…non odiate e non entrate in panico….fra qualche mese le ferite si ricuciranno..

    Rispondi
    • E’ molto frequente vedo,che noi uomini diamo la donna per scontata e non cogliamo i segnali che ci manda,mi sento la persona più stupida del mondo,lei oltre a mandarmi segnali mi ha detto chiaramente che mi avrebbe lasciato,ero uno sbruffone,la sfidavo,fallo pure,nel mio inconscio era impossibile che lei mi lasciasse,mi ha ripetuto per anni che non sapeva stare senza di me,era una dipendente affettiva. Ma quando ha trovato un altro uomo che le ha dato attenzioni ha fatto davvero quello che diceva,mi ha umiliato, ridicolizzato,mi ha frantumato il cuore,io non capivo abbastanza non potevo immaginarlo e a distanza di 6 mesi sto ancora male,alcuni giorni penso di farmi del male,ho cercato di accettare il dolore ma il pensiero torna sempre a lei,la mia vita è cambiata è vuota e triste,ha colori anche diversi che mi angosciano l’autostima è sotto i piedi,non so come ne uscirò da questa situazione.

      Rispondi
  29. Salve, la mia ragazza mi ha lasciato dicendo che non gli ho dato abbastanza attenzioni. Ho sempre detto io sono fatto cosi e ora sto malissimo, ho provato coi fiori, una lettera a casa ho chiesto aiuto a tutti, ma lei ha risposto dicendo non me me frega nulla volgio pensare a me stessa… ora diche che se sara e quando sarà lo dirà solo il tempo.. che vuol dire? Che devo fare? Ho possibilità?

    Rispondi
  30. Purtroppo anche per me la distanza ha rovinato tutto, ammetto di essere stato un po’ cretino perché la mia idea all’inizio era di andare all’estero e migliorare con le lingue straniere. Solo quando i giorni hanno iniziato a passare mi sono accorto di quanto fosse importante come persona per me. Finiti 5 mesi d’inferno sono tornato da lei e le ho chiesto se volesse stare con me, nulla da fare. Aveva deciso che la carriera era meglio di una relazione con la persona che lei stessa ha definito “fantastica”. Ogni giorno é un treno in faccia, alzarsi dal letto infastidisce. Guardarmi allo specchio é fin troppo raro. Credo sia un po’ troppo sfogo come commento, ma vorrei passare il messaggio di non perdere mai troppo tempo. Ne abbiamo poco, se troviamo una persona importante andiamoci, con cautela, ma senza paura.

    Rispondi
  31. daniele un pò la mia storia. “io non ero da seconda opportunita”, eppure ne sono sicuro, nei suoi occhi e comportamenti si leggeva l’amore! ora è tornato con l’ex, quello che non la soddisfava su nessun piano, mentre io sono pieno di rimorsi e rimpianti qui, solo, ad aspettarla, perchè in realtà la seconda opportuità la dovevo dare io non lei. forse certe persone questo si meritano. Sia Noi, chi ci fa soffrire!

    Rispondi
  32. non saprei. veramente non saprei. alle 8 di sera ti amo voglio un bacio, alle 11 pausa di riflessione penso di non amarti. ho provato in ogni modo, era tutto per me, ma è arrivata a negare il sorriso e saluto, anche di amico e familiari verso di me. oggi scopro dopo 2,5 anni ed il mio pensiero in solitudine volto ancora a lei, che si è rimessa con l’ex(che disprezzava perchè non la trattava a dovere) prima dell’ex prima di me. un fotoromanzo o cosa? intanto io non riesco a desiderate alcun’altra donna. mai tradita e sempre protetta. è la vita: fa schifo! la mia paura è che ora, in seguito a ciò, che mi sta umiliando e facendo sentire pari a zero, questo amore a poco a poco si tramuti in odio. e io non voglio odiare nessuno al mondo, tanto meno lei!

    Rispondi
  33. Dopo 4 mesi nonostante fosse innamorata mi ha lasciato per tanti motivi soprattutto per la differenza di età essendo lei 10 anni più grande.
    Anche io ho un bimbo di 11 mesi con un altra ragazza… Quest ultima mi ha fatto vivere un sacco di emozioni mai vissute mi ha fatto dimenticare della mia ex compagnia ma non di mio figlio.
    Mi sento solo e con il cuore spezzato spero un giorno di tornare con lei.

    Rispondi
    • Quando finisce un amore…fattene una ragione…noi uomini forse siamo anche stronzi…ma usiamo razziocinio…tra un po’ mi separo e ne sono felice…

      Rispondi
  34. Il mio matrimonio sibsta distruggendo. Sono in auto con mia figlia che si é appena addormentata. L’angelo mio ha 2 anni. La mamma da poco mo ha detto che vuole separarsi. Sono nel pieno della tempesta e mi sento morire, ma non posso mollare per il angelo. Ciò che mi ferisce è la determinazione a distruggere.. il non voler tentare

    Rispondi
    • Sto cercando conforto su questa notizia. Magari posso imparare qualcosa. 2 anni e mezzo di fidanzamento e convivenza con la mia ragazza. Siamo ora in un punto che lei mi ha lasciato. Non vuole più continuare con me. Ho sbagliato tante volte nel non “prendermi ura di me” e lei me lo ha fatto spesso presente ma io non ho reagito in modo giusto. Ora sono qui con le lacrime che a malapena riesco a leggere. Mi fa male il cuore sapere di dovermi allontare da lei. Non so come fare senza di lei. È la donna della mia vita e mi distrugge dentro vederla piano piano allontanarsi da me sempre di più. Non un bacio, una carezza, un qualcosa di rassicurante, ma solo “prendi le valigie e vattene”. Ho 30 anni, certe situazioni non le so prendere nel modo giusto. Non mangio da 3 giorni, sto bevendo come un disgraziato e non vado a lavorare. Lei mi reputa un coglione facendo questo ma io non riesco a trovare la forza per fare qualcosa di meglio. Lei è la mia forza, lei è il mio amore. Lei è la mia vita. Scoppio a piangere ogni volta che penso a lei. Averla accanto dentro casa e non poterle dare un bacio. Ma solo aspettare una telefonata di un qualcuno che mi dica che ho trovato casa e quindi devo andarmene. Il pensiero di stare solo mi uccide dentro. Le ho parlato dicendo che posso migliorare. Non ne vuole sapere di nulla. Vuole stare sola. Abitiamo in Germania e grazie a me che so la lingua le ho risolto un sacco di problemi. Le ho trovato lavoro dopo che lei si licenziò da quello vecchio. Mi sono preso cura di lei su tutto. Il problema maggiore è stato quello che soffro di panico e ansia. Non riesco a muovermi come voglio. Sono a piedi costantemente. Lei è andata diverse volte in Italia, senza di me e me lo ha sempre rinfacciato facendomi sentire una merda. Io coglione non ho fatto niente per risolvere il problema che ho. Ho avuto paura di stare ancora più male, anche perché avere attacchi di panico non è bello. E lei mi costringeva sempre a provare e se non lo facevo si incazzava. Chiedo aiuto a qualsiasi persona legga questo messaggio. Un consiglio. Una spalla. Ho iniziato a risolvere il mio problema. Ho preso appuntamento da uno psicologo. Il medico curante mi ha prescritto delle gocce omeopatiche che in poche parole dovrebbero lavorare come calmanti e ansiolitici. Le ho fatto vedere che mi sto mettendo di impegno. Ma per lei è troppo tardi. Dice che non mi ama e che non è felice con me. Su Facebook mi chiamo Stefun Beccarisi. Grazie a questo forum ho potuto “sfogarmi” un po’. Ciao a tutti.

      Rispondi
      • Ciao Stefano, ti capisco completamente, io son stato lasciato a inizio gennaio dopo13 anni e mezzo di amore vero. Ho la tua stessa età e ora a distanza di 5 mesi sto meglio. Ti posso consigliare solo di dare tempo al tempo, io sto meglio anche se ho fatto delle cazzate… Dopo 2 mesi ho iniziato a frequentare una nuova ragazza con la quale sto attualmente questo mi ha aiutato tanto, ma ora dubito dei miei sentimenti nei suoi confronti e la cosa mi fa star male in modo diverso perché comunque ci sono legato. Con la ex è finito tutto e lo ho accettato, solo il tempo ti farà bene… Non cercarla, stai col tuo dolore e continua il percorso con lo psicoterapeuta ed evita di fare sciocchezze e sgregolatezze. Pure io soffro di attacchi di panico e ne ho avuto per settimane dopo la fine della relazione. Ti capisco in pieno, tieni duro e vedrai che ci si solleva nuovamente a poco a poco. Un saluto Mirko

        Rispondi
      • Mi spiace molto per la tua situazione. Posso sentire la tua sofferenza. Quando si ama una persona e la vedi andare via fa male e ti crolla tutto addosso.. non avete figli mi sembra di capire, tu non sei sbagliato anzi hai bisogno di essere capito quindi non farti troppi rimproveri.. se lei ha deciso di lasciarti anche tu poniti alcune domande … se con queste prime difficoltà lei e andata via come ti potrà essere di aiuto e complicità in futuro?!
        Non tutto il male viene per nuocere. Prenditi del tempo per riflettere e parla con chi ti fa stare bene in questo momento ma senza dare troppo retta.. ora hai solo bisogno di sfogarti non di consigli… solo tu potrai darti le giuste risposte.

        Rispondi
      • Ciao Stefano, ho letto quanto hai scritto, e dunque mi permetto di dirti, che innanzitutto nessuno può giudicare, la tua storia, e darti dei consigli certi, però ti posso dire che innanzitutto dei riprenderti la tua vita,e la tua autostima come uomo, questa è la cosa più importante, in più se lei non ne vuole più sapere, bene non cercarla più, aumenteresti la tua angoscia, e lei di vedrebbe come una persona disperata, e senza orgoglio, e questo danneggerebbe di più il vostro, distacco ho lei che ti avrebbe detto che non ti ama più,in base al tuo racconto ricorda che la colpa non è mai di uno solo e poi se c’era stato veramente amore nel vostro rapporto,e tu saresti intenzionato a ritornare sui tuoi passi e lei no, vuol dire che da parte sua non era un amore sincero è vero, e poi in questi casi ci deve essere l’interesse di entrambi di risolvere il problema o poter riallacciare il rapporto, perché pultroppo la donna come sua indole quando prende questa decisione, se non c’è stato veramente una ragione vera, è difficile che ritorni sui suoi passi, dunque la medicina più sana, e allontanarsi, e far trascorrere del tempo, perché ripeto se lei ti ha veramente amato, inizierà a sentire la tua mancanza, tu nel frattempo, cercala il meno possibile, e quando ti chiamo rispondigli come quasi fosse un favore. Pultroppo bisogna adottare una tattica, allorché dura, per poter riprendere in mano la situazione. Perché più gli corri dietro e più lei si allontanerà da te. La donna non sopporta l’uomo che perde il suo carisma e fa capire che non è più sicuro, delle sue azioni. Ti saluto e imbocca al lupo, e tieni sempre su il tuo morale perché questa è la cosa più importante di tutto. Devi reagire e riprendere a vivere, perciò esci con i tuoi amici vai a delle feste ecc….. Questo ti aiuterà tantissimo. Il mio nome e Leonardo, e per le mie esperienze di vita ho capito ed adottato questi metodi per soffrire meno, queste situazioni.

        Rispondi
        • No so come sono arrivato qua ma tutto quello che hai detto mi aiuta tanto noi siamo partiti male come coppia litigi etc siamo andati a vivere insieme dopo 6 mesi di averci conosciuti e credimi stato bello come tutte le coppie avevamo le nostre discussioni solo che lei mostrava un carattere troppo aggressivo e da lì iniziai credo io la nostra caduta siamo andati alle mani. Lei mi rispondeva male mi sputava mi diceva parolacce tutto quello che dicevo le dava fastidio non voleva farlo non c’era affetto io decido di lasciare lei e lei mi supplica piange si tira i capelli urla ed esta cosa no piaceva non doveva farlo chiedevo perché voleva ancora continuare lei non lo sapeva (forse era attaccamento giacche in famiglia aveva dei problemi) ok Continuano ad andare avanti finché ultimo anno 12/2020 la madre lei decide prendere una casa per lei affianco lei che era da ristrutturare disse venite qua pagate il mutuo e risparmiate d’affitto non ero d’accordo ma alla fine. Accetto da lì fino a 11/2021 tutto cambiò per peggio facevamo l’amore solo quando la madre non c’era non si poteva litigare dire lei prende una posizione di madre figlia cioè non faceva nulla già in appartamento non lo faceva (le cose tipo pulire ordinare buttare immondizia etc) io non saprei dire adesso se era amore o non volevo stare da solo lei mi piaceva tantissimo non era una strafiga ma la passione che avevo per lei era tanta Siamo andati per nove anni finché un giorno mi dice k non vuole stare con me così tranquilla la cosa k mi a delusso e che lei aveva raccontato a tutti che prendeva questa decisione ed io sono stato ultimo a saperlo poi non avendo casa nulla dove andare mi sono sentito abbandonato lei che diceva piangendo prima anni fa che non si può buttare 9 anni per litigi che possono risolversi e vedi adesso Mi ha buttato tutto la merda addosso me ed io mi sento di merda so che io non sono stato un santo ho fatto i mei errori ma lei dava più priorità alle amiche cugini etc si confidava più con loro che con me avevamo parlato anche di questo però lei dopo faceva quel cazzo che voleva adesso che è dalla madre si sente forte della decisione che ha fatto non ha guardato me tutto stato una presa in giro a 37 anni lei non vuole andare via dalla madre non è autonoma penso che quello giorno che siamo andati a vivere insieme sia stato.solo.per lei una vía di uscita /premetto che aveva problemi familiari / magari x quello voleva scappare casa no so .
          Espero che passe tutto riesca a prendere casa trovarmi a me stesso ed continuare a vivere uscire come lo facevo una volta ero un ragazzo allegro adesso mi guardo allo specchio mi vedo spento e non mi piace e questo mi fa rabbia

          Rispondi
  35. Purtroppo è andata anche a me così. La amavo e la amo molto, ma la distanza ha demolito la nostra relazione. Io non mi sono reso conto, ho preso sotto gamba i problemi che lei sottilmente mi faceva presenti, ho tirato troppo per lunghe, ho anche reagito alle su pressioni con una certa indifferenza.. perchè non accettavo che lei si allontanasse o mi svalutasse così facilmente, non lo accettavo. Ma le cose sono precipitate, non c’è stato nulla più da fare. La amavo moltissimo e tuttora credo sia la persona giusta con cui costruitmre una famiglia e passare tutta la vita insieme con i nostri figli. Poi troppo tardi ho tentato di recuperarla, potrei definirmi eroico per quello che ho fatto, davvero non ho lasciato nulla di intentato, ma nulla, non è servito comunque.

    Rispondi
    • Andrea, sto provando esattamente la stessa cosa da circa tre mesi. La distanza nei nostri casi ha spezzato un rapporto splendido. La amavo e la amo molto, sono perfettamente conscio che è la donna giusta della mia vita, ma probabilmente anche di non essere il suo.
      È davvero dura senza di lei. Ciao

      Rispondi
      • Dopo 6 anni di amore e una figlia meravigliosa in questo momento mia moglie mi sta lasciando …dice che non prova più quello che provava prima Dice che vuole una pausa….per me ha sulla testa qualcos’altro….io mi sento malissimo….. Vuoto …perso …anche perché eravamo molto Uniti e la bimba è abituata a vederci così…..sto ancora più male per dando alla batosta che prenderà la piccola……che posso fare????

        Rispondi
      • Anche a me è successa la stessa cosa
        Ho conosciuto lei oltre i social ci siamo incontrati ed è successo di tutto
        Me ne sono innamorato e ho perso la testa non sapevo più reagire abbiamo fatto molti viaggi insieme e ci siamo sentiti molto bene sia a livello affettivo che sessuale…in fondo ho fatto la quarantena in casa sua perché sono rimasto bloccato…ero felice pensavo fosse quella giusta…poi la botta sai : io ti voglio bene e ti considero un amico intimo ma non ti amo più …dopo che avevamo fatto l’amore nell’ultimo fine settimana a Jesolo
        Una mazzata …non ho preso bene la storia visto che doveva venire in vacanza con me in Croazia dove naturalmente ho pagato io l’appartamento
        Il ti amo non c’era più ma fare l’amore si non so come commentare
        Alti e bassi fino adesso 27 agosto una data per me brutta visto che mi ricorda l’anniversario della morte di mia figlia
        Ha avuto tatto mi ha lasciato giusto il 27
        Mi è caduto il mondo stavolta e ho avuto un malore forte ho rischiato un ictus
        Lei pure è finita dal dottore dicendomi di stare male
        Ieri ha voluto il contatto e mi sa che ho sbagliato sotto effetto sedativi ero calmo e tranquillo ma stamane ho capito di aver sbagliato…accettare un amicizia con la ex non la vedo un ottima scelta
        Stiamo bene insieme da sempre ma io la guardo diversamente perché la amo e l’amero per sempre
        Cosa fare ditemi voi io ho una grande confusione tutti avvocati ma la vita la sto annientando

        Rispondi
      • Dopo 25 anni di matrimoni mi ha lasciato
        I figli rimasti con me
        Dopo un mese abbiamo iniziato ha rivederci andando sempre più spesso a letto
        Purtroppo di nascosto perché i figli che stanno con me non voglio ,
        Adesso sono arrivato non so più cosa pensare e soprattutto cosa fare.

        Rispondi
  36. Ci sono appena passato da una sitazione simile, cioè lei mi ha lasciato , ha voluto ” pausa ” !!
    Diciamo che il nostro percorso è durato 5 mesi all’inizio con una rottura di pochi giorni ( sempre da parte sua) poi è tornata . Nel breve periodo sereno è mancato suo padre , ed ho cercato di essere presente , come potevo … però non è bastato e dopo altri due mesi ha deciso di finire .

    Al suo ritorno gli ho chiesto di fidarsi e abbassare le difese che aveva nei miei confronti , cercando di conoscerci serenamente , ma non è stato cosi.
    Mi ha qualificato razionalmente come inadeguato a lei , ripetendomi ” non ce la fai” , “sei fatto così”.. purtroppo dopo i primi approcci fisici dell’inizio , ha alzato anche in questo caso un muro… dicendomi che non gli andavo bene-… che era bloccata verso di me… che dovevo cambiare!!
    Che mi ha conosciuto come un sicuro , mentre non lo sono.. anzi ho troppa paura.
    Non nego di avere avuto problemi a rapportarmi , nel non saper gestire ogni sua richiesta , al non essere stato il “sicuro “delle varie sitazioni..
    Mi sono messo talmente tante volte in discussione che veramente ho perso anche quel poco di autostima che avevo in me.
    Ora ho deciso di affrontare un percorso di crescita personale , per essere “indipendete emotivamente ” saper gestire meglio le emozioni , e sapermi fare conoscere per chi sono veramente.
    Quello che mi ha lasciato l’amaro dentro è che concretamente non ci abbiamo riprovato veramente… non ci siamo dati una vera OPPORTUNITA’.
    Mi fa arrabbiare non essere stato in grdo di fare di più.. perchè lei mi piace..

    Rispondi
    • Carissimo ti parla un uomo di 57 anni single,sono stato sempre lasciato nella mia vita.Alcune mi hanno fatto un “favore” altre un pò meno.Iltornare insieme dopo una rottura da parte sua non aiuta anzi peggiora le cose secondo mè.

      Rispondi
    • Io sono il papà di un uomo di 32 anni che da circa 7 anni conviveva con una ragazza hanno un bellissimo figlio il mio dolce nipotino tra loro ci son state parecchie incomprensioni mio figlio l ha trascurata un po perché si sentiva confuso non sapeva che lei poteva essere il suo vero amore lei le ha dato tre possibilità per ritornare e a metà ottobre sembrava che tutto fosse rientrato li vedevo felici e in più mio figlio ha deciso di fare un percorso dallo psicologo per migliorare ancor di più se stesso ma quando le ha detto a lei che il psicologo ha notato una patologia narcisistica e manipolatrice lei ha alzato un muro e non ha più voluto che vivesse in casa con lei e il bimbo…mio figlio il bimbo lo vede spesso perché lei non glielo ha proibito ma ogni volta che si presenta a riportarlo a casa gli vengono attacchi di panico le scrive molti msg ha davvero capito che è lei il suo amore le implora di tornare insieme di vivere insieme al loro bimbo…ma lei è irremovibile al punto che oggi quando mio figlio é tornato a casa ha avuto un forte attacco d ansia avevo paura di un infarto ho chiamato il 118 poi per fortuna tutto rientrato adesso le hanno dato un calmante mio figlio dorme ed io sono fortemente preoccupato perché lo vedo soffrire troppo…cosa posso consigliargli? Grazie a tutti un papà preoccupatissimo

      Rispondi

Lascia un commento